Il guerriero dell'est

Il guerriero dell'est

  • Autore: Igor Koller
  • Collana: Oltre confine
  • Editore: Alpine Studio
  • Pagine: 236
  • Anno: 2012
  • Formato: 15,5x23,5 cm
  • ISBN: 978-88-96822-23-4
17,91 €

Aggiungi al carrello

19,90 € IVA incl.

(Prezzo ridotto di 10 %)

ALPIN003

Prezzo scontato!

Il nome di Igor Koller è legato alla grandiosa apertura della via Attraverso il Pesce sulla parete Sud della Marmolada, che nel 1981 decretò un salto di qualità tecnico e psicologico per l’apertura di vie nuove sulle Alpi. Un’impresa che aprì le porte del VII grado sulle Alpi. Quei tre giorni di ascensione portarono la scuola “cecoslovacca” alla ribalta delle cronache mondiali, considerando anche che quella che divenne poi una via simbolo in tutto il mondo fu aperta con le “babbucce della mamma” ai piedi, una sorta di calzatura simile a primordiali scarpe da tennis. Nonostante le condizioni disagiate in cui quel gruppo di fortissimi scalatori dell’Est si muovevano in quegli anni - nel pieno della guerra fredda, quando Slovacchia e Repubblica Ceca erano un’unica Nazione - Igor fu artefice di ardite prime ascensioni in Val Bregaglia, con salite di grido come sul Pizzo Badile e sul Pizzo Cengalo, ancora oggi temute e guardate con rispetto. Proveniente da una ferrea etica alpinistica - acquisita sulle torri d’arenaria dell’Europa centrale - Koller fu uno tra i primi sulle Alpi a portare sulle grandi pareti uno stile pulito che disdegnava la troppa “ferraglia” con cui si realizzavano prime ascensioni a quel tempo. Dalla fine degli anni 80 Koller ha portato alla ribalta giovani slovacchi con altre importanti aperture sulle Dolomiti. Soprattutto in Marmolada, dove oggi può vantare ben 15 vie nuove da lui aperte. Infine, le sue esperienze extraeuropee – nella Miyar Valley, sullo Shipton Spire e in Yosemite – lasciano intravedere uno stile unico, mai del tutto sopito nonostante l’evoluzione alpinistica e le sue nuove “mode”. Cioè la bella eredità della scuola cecoslovacca degli anni ’80: materiale scadente, poco cibo, nessun compromesso e, soprattutto, tanta tanta passione per l’arrampicata.

AUTORE

Igor Koller (2/09/1952) è il più grande alpinista slovacco di sempre. Ha al suo attivo una attività estremamente eterogenea che spazia dalle scalate su arenaria al calcare, dal granito alle ascensioni sull’Himalaya, apponendo la propria firma su numerose prime ascensioni, anche invernali.
Scalatore, alpinista, free climber e boulderista, tra i maggiori antesignani dello sviluppo del movimento del free climbing e del bouldering, è stato un anticipatore anche per quanto riguarda il trasferimento in alta quota delle tecniche di arrampicata tipiche del free climbing.
In Italia e in Europa ha legato il proprio nome alla fama grazie alla ormai mitica salita della “Via attraverso il Pesce”, la prima via di 7° delle Alpi, sulla parete sud della Marmolada, ma è autore di molte altre vie altrettanto belle e difficili su tutto l’arco alpino, come le eccezionali vie nuove nel gruppo del Masino Bregaglia, come la parete Est-Nord Est del Pizzo Badile e lo sperone Nord del Pizzo Cengalo.
E’ stato anche protagonista di numerose prime ascensioni in arrampicata libera, sia nel Masino-Bregaglia, sia in Marmolada, tanto da essere uno dei primi che ha introdotto nelle Alpi la pratica di salire in arrampicata libera le grandi vie del passato.
Sposato, due figli, attualmente è il Presidente del Club Alpino Slovacco (JAMES) e vive a Bratislava.

Carrello  

Nessun prodotto

Spedizione 0,00 €
Totale 0,00 €

Carrello Check out

Spese di Spedizione

Fascia Totale Spese
Fino a €49,90 €3,90
Superiori a €49,90 gratuita
Consegna con Corriere Espresso in 24/48h

European Union: €14,90
Non-EU Countries: email for quote

Aziende ed Editori